Un po’ di Storia

       

inizio secolo

Il rifugio Carlo Porta, intitolato al noto poeta milanese, è un edificio storico. Sorto nel 1911 per volere di un gruppo di soci della sezione di Milano, fu uno dei primi esempi nella storia del CAI di “rifugio-albergo”. 

Il Rifugio mantiene inviolato il suo charme di inizio secolo e la propria forte identità di rifugio escursionistico, la cui sala da pranzo rimane un vero gioiello incastonato nella bella struttura; questa sala, provvista di caminetto su cui la leggenda vuole Walter Bonatti facesse trazioni con le dita (!), è viva di Storia e memorie.

storico

Tutt’intorno al Rifugio si trova l’incantato Bosco Giulia, altra meravigliosa eredità di cui il
Rifugio Porta può farsi vanto.
Costruito a 1426 mt , è affacciato sul fondo valle, il cui Lago di Lecco si puo’ ammirare anche dalle finestre delle camere.
Il Rifugio è da sempre punto strategico per tutte le varianti e salite alla Grignetta, sentieri e vie di arrampicata che richiamano escursionisti, climbers ed alpinisti anche da molto lontano. La Grignetta è l’icona della mitica formazione dei “Ragni di Lecco” (o anche “Ragni della Grignetta”) che nel primissimo dopoguerra si autocostituisce.  Dal 1946 la Storia dell’alpinismo e dell’arrampicata inizierà un nuovo e positivissimo capitolo, portato avanti da nomi quali Emilio Ratti, i Bartesaghi, Gigino Amati e poi Gigi Vitali, Riccardo Cassin…

oggi(1)

La storia del Rifugio, come quella dei Ragni di Lecco, è proseguita negli anni tra vicende e episodi importanti, arrivando ai giorni d’oggi come importante tradizione e forza.

Nel febbraio 2012 il Rifugio Carlo Porta subisce un incendio, che ne danneggia l’entrata e due camere ai piani superiori. Per fortuna, la sala da pranzo rimane inviolata! Dalla fine dell’estate 2013, l’impianto di riscaldamento del Rifugio utilizza biomassa ricavata dalla gestione dei boschi adiacenti, con riduzione di emissione di Co2 e con evidenti benefici ambientali (contributo Fondazione Cariplo).

All’interno, due piani di stanze offrono un comodo riposo agli ospiti che potranno quindi dormire indisturbati su nuovi letti, sotto nuovi caldi piumoni, in stanze recentemente ristrutturate e munite di riscaldamento autonomo. Una saletta al piano terra è dedicata alle attività collaterali del Rifugio, quali il Pilates, lo Yoga o anche solo al relax di ciascun ospite.

20190106_155706



Per conoscere meglio la Storia del Gruppo dei Ragni di Lecco visita questi due siti internet:

www.cai.lecco.it

www.ragnilecco.com

Per conoscere invece meglio la sezione CAI MILANO:

Logo CAI Milano contornato bianco

www.caimilano.org